• Report Wikitalia 2012

    Le attività del 2012

    Nel corso dei primi 18 mesi di attività dell’Associazione, tutte le iniziative svolte, coerentemente con la sua natura no profit, sono state realizzate grazie alle donazioni ricevute da parte delle Società Google e Cisco Systems Italy e dall’editore Garamond. In particolare Wikitalia nel corso del 2012 ha istituito con la città di Firenze un accordo di collaborazione per lo sviluppo e la promozione dei processi di innovazione e Open Government. Firenze è dunque diventata la prima “wikicittà” ad avvalersi di strumenti accessibili sul web per tutti i cittadini all’insegna dell’efficienza, della trasparenza.

    1. Firenze wiki-città
    2. Protezione civica e Open Ricostruzione
    3. Summer School Rena
    4. Dragon Trainer
    5. Catalyst

    Firenze wiki-città

    Per la città di Firenze sono stati infatti realizzati o supportati da Wikitalia:

    Tutto questo è avvenuto grazie alla firma di un protocollo di intesa condiviso con l’amministrazione fiorentina e presentazione alla stampa il 29 febbraio 2012.

    Il progetto è stato curato da Matteo Brunati, su base volontaria.

    Per approfondire:

    Open Bilanci (giugno 2012)

    Consulenza gratuita, ed incarico a pagamento su diretta esigenza del Comune di Firenze
    Sviluppo curato da parte di Spaziodati S.r.l.
    Partner Comune di Firenze

    Open Fatture (settembre 2012)

    Partner del progetto è il comune di Firenze, che lo ha sviluppato internamente.

    Protezione Civica e Open Ricostruzione

    Wikitalia ha realizzato insieme alla Regione Emilia Romagna, alla Onlus Action Aid International, all’Associazione Open Polis, alla società Depp s.r.l., il progetto “Protezione Civica” per la gestione e il monitoraggio online ( http://protezionecivica.ning.com ) della fase di ricostruzione conseguente al terremoto verificatosi in Emilia Romagna nel 2012.

    In particolare il progetto prevede:

    • la gestione e la visualizzazione dei tweet e degli sms durante un allarme;
    • la realizzazione di una mappa di segnalazioni, edificio per edificio, dei danni subiti;
    • la condivisione di idee e progetti di ricostruzione su un sito;
    • il monitoraggio in tempo reale dello stato dei lavori e la documentazione dei soldi spesi.

    Per quest’ultimo obiettivo, Wikitalia si è impegnata a sostenere la progettazione, realizzazione, manutenzione e l’hosting della piattaforma “Open Ricostruzione” ( www.openricostruzione.it ), realizzata insieme a Depp s.r.l.

    La piattaforma, più in dettaglio, consente di:

    • fornire una piattaforma web per rendere trasparente la destinazione e l’utilizzo delle donazioni effettuate.
    • incentivare la raccolta di nuovi fondi.
    • fornire informazioni sui progetti cui i fondi sono destinati, la stima del danno, il loro stato di avanzamento e le ditte che stanno eseguendo i lavori.
    • favorire, con visite sul campo, la creazione di gruppi di cittadini per attivare forme di monitoraggio civico sulla destinazione dei fondi e lo stato dei lavori, anche mediante la pubblicazione di un rapporto annuale indipendente sull’andamento dei lavori e la destinazione delle donazioni.

    Dettagli

    Partner Anci, Action Aid e Anpas.
    Sponsor: Cisco Italia: 40.000 euro.

    Progetto di Riccardo Luna:

    • rete sociale su Ning allestita da David Casalini;
    • web app sviluppata da Maiora Labs srl;
    • sviluppo di una piattaforma per il monitoraggio delle donazioni e dei progetti chiamata OpenRicostruzione (sviluppata da Depp srl);
    • indagini sul territorio dei volontari di Action Aid per verificare andamento della ricostruzione.

    Il codice sorgente sia della web app Decoro Urbano che di Open Ricostruzione è Open Source, quindi rilasciato a tutti e pronto per essere riutilizzato.

    Summer School RENA – fine agosto 2012

    Wikitalia ha collaborato attivamente alla seconda edizione della Summer School dell’Associazione RENA, dedicata ai temi del Buon Governo e della Cittadinanza Responsabile, che si è tenuta a Matera dal 2 all’8 settembre 2012.

    Per approfondire:

    Dragon Trainer

    Il primo progetto di ricerca di Wikitalia si chiama “Dragon Trainer”.
    Obiettivo del progetto è lo sviluppo di un software-attualmente in fase di realizzazione – pensato per aiutare i manager di comunità online a gestire le stesse in maniera più strutturata, indirizzando le dinamiche sociali emergenti.
    Il software, basato sulle teorie dei grafi, individua le relazioni tra i membri della comunità nel database, le elabora con tecniche di network analysis e restituisce le seguenti informazioni: se e quanto il pattern di relazioni segmenta la comunità in sub-comunità; chi partecipa a ciascuna sub-comunità; chi sono le persone centrali in ciascuna di esse.

    Con il progetto “Dragon trainer” Wikitalia è entrata a fare parte del consorzio CATALYST (Collective Intelligence Analytics for Social Innovation), che ha presentato, agli inizi del 2013, un progetto omonimo al programma di ricerca europeo Collective Awareness Platforms.

    Per approfondire:

    Catalyst

    Bando di ricerca: in corso di valutazione; i fondi arriverebbero dalla Commissione Europea. (bando presentato nel 2012)
    Partner: Collective Intelligence Lab del MIT, Open University UK ed altri.
    Responsabile: Alberto Cottica

    Il contributo richiesto per l’intero progetto è di 1.797.634€, mentre per la parte di Wikitalia è di 132.250 €.

    Per approfondire:

  • Da WE DU a WI DU!

    Estate 2011. Twitter. “@riccardowired Decoro Urbano è un social network partecipativo + app appena uscito, dagli un’occhiata”. Un paio di tweet dopo stavamo raccontando il nostro progetto a Riccardo Luna, che ci rispondeva: Benvenuti in wikitalia.
    L’occasione per concretizzare un sogno ancora più grande, forse il più ambizioso dei traguardi che ci eravamo posti come persone e come startup: una rivoluzione democratica, libera e partecipativa, per avvicinare i cittadini alla politica e viceversa.
    Maiora Labs ha aderito in toto ai principi fondanti di wikitalia, avviando il processo che trasformerà Decoro Urbano in software libero e renderà pubblici i dati relativi alle segnalazioni, dati che potranno essere riutilizzati – ad esempio – per formulare statistiche su scala nazionale.
    Siamo convinti che un cambiamento significativo possa avvenire solo unendo le nostre forze e, sin dall’inizio di questo viaggio, le altre realtà coinvolte con i rispettivi progetti ci hanno confermato questa convinzione.
    Se Decoro Urbano è oggi uno strumento di denuncia costruttiva con una community attiva in tutta Italia, grazie all’apertura del codice e allo sviluppo partecipativo potrà trasformarsi nel punto di riferimento di ogni cittadino per le tematiche ambientali.
    Lo immaginiamo dotato di potenti integrazioni social quali Twitter, Facebook, G+ e Diaspora per coordinare l’azione di gruppi di volontari, riferimento geo-localizzato per i centri di raccolta di materiali riciclabili e quant’altro potrà diventare con il contributo di tutti i cittadini wikitaliani.
    Idee, entusiasmo, software libero, partecipazione: quattro assi con i quali wikitalia può far vincere la partita al nostro Paese.