• Lombardia, 4,2 milioni per l’innovazione delle Pmi

    La Regione Lombardia, insieme al sistema camerale lombardo, alla Camera di Commercio di Milano e al Comune di Milano, ha lanciato un bando da 4,2 milioni di euro per finanziare a fondo perduto interventi di digitalizzazione e innovazione delle micro, piccole e medie imprese del territorio. Gli investimenti finanziabili rientrano in tre misure: la prima è relativa al “Sostegno a progetti per l’adozione di nuove tecnologie digitali” per le micro imprese con sede nelle province di Cremona, Lecco, Lodi, Milano, Monza e Brianza, Pavia, Varese; la seconda è analoga ma si applica alle piccole e medie imprese; la terza è il “Supporto alle imprese di Milano e Monza e Brianza, riguarda la creazione di nuove tecnologie digitali basate sul paradigma Internet of Things”.
    Le domande possono essere presentate dal 2 al 31 ottobre 2012, esclusivamente in forma telematica, accedendo al portale della Camera di Commercio di Milano.

     

  • Progetto Dragon Trainer: primi risultati

    Sarà pure agosto, ma il drago non è andato in vacanza. Il progetto Dragon Trainer ha fatto qualche passo avanti da quando, un mese fa, l’abbiamo presentato qui. Lavorando sui dati di Edgeryders, una comunità online lanciata nel 2011 dal Consiglio d’Europa (io ne sono stato il primo direttore), siamo riusciti a costruire analisi di rete e visualizzazioni, e a trarne alcune conclusioni su come valutare la sostenibilità delle comunità online e la scalabilità delle conversazioni che vi si svolgono (i post sono entrambi in inglese). Sono temi importanti per le istituzioni che invitano i cittadini a partecipare online (e quindi anche per noi di Wikitalia:

    • più una comunità è sostenibile e meno il contributo di partecipazione graverà sui bilanci.
    • più la sua conversazione è scalabile e più numerosi saranno i cittadini che potranno prendervi parte senza che l’ambiente diventi caotico e improduttivo.

    I nostri risultati sono basati su un un’applicazione della matematica dei grafi a dati “pescati” dal database di Egeryders. Nel video qui sopra potete vedere un po’ di visualizzazioni, compresa una della crescita nel tempo della rete di conversazioni.

  • Wikitalia e RENA insieme per il Buon Governo

    Wikitalia e RENA sono due associazioni che hanno molto in comune: sopratutto la realizzazione di un paese aperto e responsabile, nel quale il governo efficace ed equo sia il risultato dell’impegno congiunto di amministratori e cittadini. Anche per questa ragione wikitalia collaborerà attivamente alla seconda edizione della prestigiosa Summer School di RENA, dedicata quest’anno ai temi del Buon Governo e della Cittadinanza Responsabile, che si terrà a Matera dal 2 all’8 settembre prossimo. Le quattro aree attraverso le quali si declineranno i temi dell’edizione 2012 saranno: la regolamentazione intelligente e la tensione/interazione tra partecipazione e decisioni basate sui dati (evidence-based decision-making); la trasparenza, i dati aperti e l’alfabetizzazione; lo spazio dei cittadini nella cura dei beni comuni; la decisione condivisa e la prospettiva della “Wikicrazia”. Tra gli atri, interverranno anche il Presidente di wikitalia Riccardo Luna e i soci Alberto Cottica, Annibale D’Elia, Ernesto Belisario, Morena Ragone, Michele d’Alena. Per partecipare occorre candidarsi, se in possesso dei requisiti richiesti, attraverso un formulario on line entro le ore 18.00 del 27 luglio prossimo.

  • WiFi libero in Piemonte

    L’accesso alla rete, a Internet, è un diritto che deve essere garantito a tutti,  in modo libero e senza limiti. Questo è l’assunto di base che ha portato il Consiglio regionale del Piemonte a emanare la legge regionale 5/2011, dal titolo “Interventi a sostegno della realizzazione di servizi di accesso WiFi gratuiti e aperti”, approvata all’unanimità da tutta l’Assemblea piemontese. Fabio Malagnino, giornalista del Consiglio regionale del Piemonte e nuovo socio di wikitalia, racconta in un articolo per “Che Futuro!” quali sono le innovazioni introdotte dalla legge, sia di merito (una di queste è il superamento definitivo degli obblighi di autenticazione previsti dalla cosiddetta legge Pisanu), sia di metodo. E ci dice anche come dal lavoro per la definizione di questa legge si è giunti alla costituzione di Torino Digitale, un’associazione di scopo che mette competenze e relazioni a disposizione dell’amministrazione pubblica della città e della regione piemontese.

  • I domatori del drago: analisi di rete per una governance più intelligente

    Il direttivo di Wikitalia ha deciso di cercare partners per costruire un nuovo pezzo del suo pacchetto di applicazioni. Si tratta di un sistema per migliorare la gestione delle comunità online; sono convinto che questo sia molto importante per migliorare la governance, perché le comunità online sono il modo di gran lunga più efficace ed economico che sia stato trovato finora per mobilitare l’intelligenza collettiva – e, specie in tempi  di crisi, l’intelligenza collettiva è la carta migliore che le istituzioni pubbliche possono giocare per aumentare la loro capacità di gestire grandi quantità di informazione per prendere buone decisioni. Il nome provvisorio del nuovo progetto, di cui mi occuperò io, è Dragon Trainer (si, lo so, è un nome da nerd, lo cambieremo): deriva dal fatto che gestire una comunità online per svolgere un compito specifico (per esempio esplorare i possibili scenari per una decisione pubblica) è come ammaestrare un animale molto grande e forte, come un drago: è troppo forte perché si possa costringerlo, occorre, in qualche modo, convincerlo.

    L’idea fondamentale del progetto è di mettere a disposizione delle persone che si trovano a gestire progetti pubblici strumenti sofisticati di analisi di rete che leggono direttamente nei database delle piattaforme online che usano. Pensiamo che, se ci riusciremo, Dragon Trainer  Finora, strumenti di questo tipo sono riservati solo ai sistemi corporate come Facebook, che però non sono in linea con i principi open source di Wikitalia, e secondo me nemmeno con l’accountability minima richiesta a progetti pubblici.

    Nelle prossime settimane esplorerò possibili vie per realizzare questo progetto. Il mio primo obiettivo è costruire un partenariato internazionale e trovare fondi per realizzare il progetto – possibilmente poco denaro, ma molto libero da burocrazie varie. Se volete saperne di più potete guardare il video di presentazione, iscrivervi al Google Group di Dragon Trainer (in inglese) o scrivermi direttamente a alberto [chiocciola] cottica [punto ] net.