Ci trovate in diversi luoghi della Rete, a partire da Facebook e Twitter, oltre che su Github. Se volete scriverci con una semplice mail invece, la mail di riferimento è questa:
amministrazionewikitalia [at] gmail.com

Essere soci

Se invece vorrete essere parte attiva del cambiamento, Wikitalia potrebbe essere il vostro guscio: scriveteci amministrazionewikitalia [at] gmail.com e proponete il progetto che vi appassiona!

3 Comments

  • Invito a partecipare a convegno su innovazione digitale e sanità

    Gentilissimi

    Vi contatto a nome della Polimedica di Melfi e del presidente di Sanità Futura (associazione delle aziende sanitarie di Puglia e Basilicata).

    Sanità Futura sta organizzando un forum sul tema della sanità che si svolgerà il mese di dicembre a Matera, con la presenza di importanti rappresentanti istituzionali e di tutti i principali attori della sanità pugliese e lucana.

    Una delle sessioni del forum verterà sull’innovazione digitale in campo sanitario.

    come Polimedica e Sanità Futura avevamo partecipato al GOonBas e avevamo pensato di coinvolgere wikitalia durante la sessione di cui sopra.

    Il presidente di Sanità Futura, Michele Cataldi, avrebbe piacere di avere un contatto telefonico diretto con un vostro referente per discutere l’iniziativa.

    In attesa di un riscontro porgo cordiali saluti

  • salve avrei urgenza di contattarvi per ordine CIG Z2B150674C, E PAGAMENTI VS SPETTANZE ENTRO IL 31/12/15.
    TEL 08123016658

  • Gent.le Alberto Cottica
    Mi chiamo Marianna Gianna Ferrenti e sono una giornalista della testata Senza Filtro, che si occupa di lavoro e nuove opportunità. Sto preparando un approfondimento sul seguente tema: “Nuovi valori e non la solita Sharing Economy”per capire quali sono le opportunità, ma anche i limiti di questa “economia della condivisione”.Per qualsiasi comunicazione lascio anche il mio contatto telefonico 3319205056.
    Vorrei partire dalle parole della presidente di Alto Consumo per farle alcune domande.
    Luisa Crisigiovanni, presidente della Fondazione “AltroConsumo” dichiara:
    “La scommessa della sharing economy è la promozione di una diversa ridistribuzione della ricchezza, un’innovazione sociale ed economica ancor prima che tecnologica. In questo contesto la tutela dei consumatori deve essere evolutiva ed aperta al cambiamento. Significa soprattutto trasparenza delle piattaforme e definizione delle responsabilità nelle relazioni tra consumatori ed imprese e tra consumatori e consumatori”.

    Vorrei quindi chiederle

    1) Si tratta di una scommessa vinta?

    2) Quali sono le opportunità della Sharing Economy?

    3) Quali sono invece i limiti?

    4) La Sharing Economy, secondo lei, è portatrice di nuovi valori? Quali e a quali condizioni questi valori possono diventare “socialmente condivisibili” e soprattutto inclusivi”?

    5) Non vi è il rischio che, come accede nelle economie tradizionali, si ricada nella logica del mero profitto monetario, tipica delle multinazionali, e dunque nell’ottica dell’esclusione sociale?

    6) Cosa devono fare gli imprenditori affinché non si perda il valore originario della Sharing Economy, fondato sulla condivisione?

    7) Questo nuovo modello di imprenditoria fondata sulla ITC (Information and Communication Technology) guarda davvero agli interessi della collettiva oppure al portfolio degli stakeholders?

    8) Quali sono i paesi in Europa su cui la Sharing Economy attecchisce maggiormente e produce servizi utili alle comunità, virtuali e non?

Rispondi