In tre anni di Wikitalia, la cosa che ci è venuta meglio è fare progetti. Dal primo sito open data del Comune di Firenze a OpenRicostruzione, da GoOnItalia in Friuli e Basilicata a OpenExpo, dalla formazione per pubblici amministratori digitali a Matera e Lecce a CATALYST, siamo stati molto concreti, molto concentrati sul fare, tenendo un profilo comunicativo basso (anche troppo, forse).

Nel 2014 è successa una cosa bellissima, che ha dato un nuovo significato al nostro lavoro di associazione: il presidente di Wikitalia Riccardo Luna è stato nominato Digital Champion per l’Italia, e ha condiviso la sua carica con una nuova associazione, molto grande e diffusa sul territorio. Si tratta di un hack straordinario della sua carica, che dà all’Italia un’infrastruttura umana e organizzativa sul digitale che non ha pari al mondo (se vi sembra esagerato, leggete qui).

Per Wikitalia – ne sono convinto – questa è una grande occasione. Digital Champions, per dimensioni e cultura, fa cose grandi e scalabili, applicando soluzioni collaudate. Noi, invece, facciamo prototipi: cerchiamo di aprire strade nuove, lavorando intorno a progetti ancora nuovi, in cui c’è ancora bisogno di ricerca e sviluppo. Le due associazioni, insieme, costituiscono un piccolo sistema, un tutto che è maggiore della somma delle sue parti.

A dicembre 2014 abbiamo cominciato a discutere di questa prospettiva, e la settimana scorsa l’abbiamo adottata e votata in assemblea  come documento strategico. Abbiamo un nuovo, fiammante direttivo, con Ida “Victor the Cleaner” Leone, il vulcanico Piero “Piersoft” Paolicelli e “Semantic Matt” Matteo Brunati; abbiamo Riccardo, che diventa il primo presidente onorario della breve storia di Wikitalia; e naturalmente continuo a impegnarmi anche io, con il nuovo incarico di presidente. Abbiamo parecchi nuovi associati, che portano in associazione molte competenze e capacità di fare. Per Wikitalia è il tempo dei progetti, per fare avanzare la causa dell’open government italiano.

Se vuoi partecipare, le porte sono aperte, c’è bisogno di tutti! Scrivi a Andrea, a amministrazionewikitalia [chiocciola] gmail [punto] com.