Sarà pubblicata a giorni la nuova strategia della Commissione Europea sul cloud computing, risorsa che la Commissaria Neelie Kroes, ha più volte valorizzato, sino ad affermare che si augura che l’Europa non sia solo cloud-friendly, ma cloud-active.

I tre pilastri del documento sono: armonizzazione dei regolamenti nazionali, agevolazione del traffico transfrontaliero dei dati e condizioni contrattuali ad hoc tra pubblico e privato.

In un articolo di Francesco Molica su “Il Corriere delle Comunicazioni” i dettagli e i commenti.